Istruzioni per uso, pulizia e manutenzione del serramento in alluminio, alluminio-legno e PVC

Istruzioni e precauzioni d'uso
  • Evitare di eseguire manovre non previste dai sistemi di movimento e chiusura. Le maniglie dei serramenti (cremonesi o martelline) devono sempre chiudere con movimento fluido e senza sforzo. Se si ravvisa che è necessario esercitare uno sforzo eccessivo per aprire o chiudere il serramento bisogna verificare se vi è sporcizia o qualche corpo estraneo che ostacola la movimentazione, oppure potrebbe essere necessario lubrificare i meccanismi, o ancora può essere necessario regolare la ferramenta mediante gli appositi registri. Per qualsiasi dubbio contattare il produttore dei serramenti.
  • Evitare le correnti d’aria che potrebbero causare lo sbattere delle ante qualora aperte a battente o a ribalta, in caso di vento chiudere bene i serramenti o le chiusure oscuranti. Per queste ultime si sconsiglia di lasciarle in posizione aperta anche se fissate con i ferma scuri a muro in caso di forte vento: le ante potrebbero sganciarsi e sbattere sotto l’ azione del vento.
  • Evitare di chiudere le ante con forza, evitare di appendersi alle ante o di sovraccaricarle, evitare di spingerla contro la spalletta del muro o di forzarla oltre i limiti di apertura.
  • Evitare urti contro superfici acuminate, Evitare di esporre il prodotto a fonti di calore o a fiamme libere.
  • Evitare usi impropri del prodotto.
  • Non sporgersi nel vuoto per nessun motivo nemmeno durante le operazioni di pulizia di serramenti e chiusure oscuranti.
  • Nel caso di finestre, portefinestre o porte a 2 o più ante, al momento della chiusura dell’anta principale ricordarsi sempre di bloccare preventivamente l’ anta/le ante semifisse con entrambi i catenaccioli (superiore ed inferiore).
  • Nei serramenti con meccanismo ad anta/ribalta evitare di eseguire una “falsa manovra” (apertura in contemporanea a battente ed a ribalta). Nell’ evenienza consultare il paragrafo dedicato su questo libretto di istruzioni oppure contattare il produttore dei serramenti.
Pulizia e manutenzione ordinaria

Una volta che il prodotto è stato installato, questo non deve MAI essere sporcato da sostanze aggressive (es. cemento, tinteggiature, acidi, etc.) che potrebbero recare danni irreversibili alle superfici del prodotto. Rispettando le norme di pulizia e manutenzione di seguito riportate, i serramenti in alluminio manterranno le proprie qualità prestazionali di tenuta iniziale e di bellezza superficiale.

Frequenza interventi

la frequenza di intervento dipende anche dall’ambiente (ad. es. nelle zone inquinate o in prossimità delle coste bisogna intervenire più spesso), tuttavia queste operazioni dovrebbero essere eseguite ALMENO DUE VOLTE ALL’ANNO. La lubrificazione e pulizia può essere eseguita direttamente anche dal cliente, tuttavia si consiglia ALMENO UN INTERVENTO OGNI DUE ANNI da parte di un tecnico specializzato per effettuare i controlli e le regolazioni del caso.

Pulizia esterna serramento

Pulire i profilati in alluminio è molto semplice: basta passarli accuratamente con una spugna o con un panno morbido bagnato con un detergente neutro o con un prodotto apposito reperibile in commercio (fig. a). Stesse raccomandazioni valgono per il Pvc. Per i serramenti in alluminio/legno utilizzare per la parte in legno un panno leggermente inumidito con acqua oppure utilizzare un prodotto specifico per la pulizia del legno.

Riepilogando:
⛔ non usare prodotti chimici aggressivi alcalini (es. ammoniaca)
⛔ non usare acidi forti
⛔ non usare ipocloriti (es. candeggina)
⛔ non usare prodotti ossidanti
⛔ non usare solventi al nitro-acetone o alcool
👍 usare un panno imbevuto d’acqua, detergenti neutri (es. sapone) oppure prodotto specifico.

pulizia esterna serramento

figura a

Pulizia interna serramento

Per garantire un buon funzionamento, il Vostro serramento dovrebbe essere ispezionato almeno una volta all’anno per verificare che non ci siano residui o corpi estranei nelle guide e nelle fessure del serramento stesso. Tale operazione preserva l’eventuale otturazione dei fori di drenaggio consentendo al serramento di conservare le proprie prestazioni. Procedere rimuovendo povere e sporco con una aspirapolvere (fig. b) e nel caso ci siano i fori di drenaggio otturati, rimuovere accuratamente l’ ostruzione aiutandosi con un’ astina (fig. c).

pulizia interna serramento

figura b

pulizia interna serramento

figura c

Manutenzione degli accessori

Oltre alla pulizia dei profilati, bisogna necessariamente provvedere alla manutenzione delle guarnizioni di tenuta e degli accessori.

  • Le parti apribili ed i rispettivi punti di chiusura devono essere lubrificati con olio o grasso antiacido (fig. d). E’ preferibile utilizzare un prodotto spray che deposita un velo protettivo sulle parti trattate. La corretta lubrificazione migliora la movimentazione e attenua possibili fastidiosi rumori di movimentazione.
  • Le guarnizioni vanno attentamente pulite con un panno morbido e trattate con un prodotto specifico almeno due volte all’anno in modo da conservare la corretta elasticità (fig. e)

lubrificazione

figura d

elasticità

figura e

Ventilazione infissi

La mancanza di ricambio d’aria tra l’interno e l’esterno dei locali, può essere causa dell’innalzamento del grado di umidità relativa che viceversa, per contenere il fenomeno della condensa, deve essere mantenuta nella normalità aerando i locali per brevi periodi. Nelle case, possibili sorgenti di umidità sono bollitura d’acqua, cottura dei cibi, bucato, doccia, piante di appartamento, numerose persone presenti nei locali ecc. L’aria umida si deposita sugli infissi e su materiali non porosi (come il vetro) sotto forma di condensa e sulle pareti sotto forma di eventuali muffe e macchie di ristagno.
L’aerazione dei locali fa tornare l’umidità dell’aria a valori normali. Con l’aerazione breve e ripetuta si spreca poca energia garantendo un efficace ricambio d’aria. Questo è in particolar modo importante per i serramenti in alluminio/legno. Il benessere abitativo si raggiunge in funzione della temperatura ambientale e della umidità relativa (fig. f).

grafico Del Benessere

figura f – grafico del benessere

Manutenzione straordinaria

Tutte le operazioni diverse rispetto a quelle sopra descritte (quali ad. es. regolazioni della ferramenta) devono essere affidate esclusivamente a personale qualificato, inoltre è consigliabile almeno ogni due anni fare verificare lo stato del serramento da un tecnico specializzato.

Falsa manovra del meccanismo anta/ribalta

Nel caso in cui, con l’anta aperta a battente, si sia erroneamente riusciti a ruotare la maniglia verso l’alto (apertura a ribalta) è necessario:

  • accostare e mantenere accostato l’angolo superiore del lato cerniera dell’anta al telaio
  • premere il meccanismo di “falsa manovra” (levetta o pulsantino normalmente situata al centro o sul lato superiore ferramenta di chiusura, vedi foto sotto)
  • contemporaneamente portare la maniglia in posizione di apertura a battente (orizzontale)
  • rilasciare il meccanismo di “falsa manovra”
  • portare l’anta in chiusura e chiudere ruotando la maniglia verso il basso.

Levetta sblocco “falsa manovra su varie tipologie” di serramenti

levetta sblocco falsa manovra levetta sblocco falsa manovra levetta sblocco falsa manovra levetta sblocco falsa manovra

Smaltimento dei serramenti

Molti materiali utilizzati sono idonei per il riciclaggio. Una volta dismesso o non più utilizzato, il prodotto comprensivo di tutti i suoi componenti ed accessori non deve essere disperso nell’ ambiente ma deve essere consegnato ai locali sistemi pubblici o privati di smaltimento conformi alle disposizioni normative vigenti.

Per qualsiasi informazione o esigenza non esitare,